E-mail Mappa del sito Home Page
Dettaglio

IL RACCONTO DI NATALE DI AIL CUNEO

Per questo Natale abbiamo scelto un racconto speciale. Ci siamo vagamente ispirati al famoso racconto “Canto di Natale” di Charles Dickens. Nel libro il personaggio vive dei mutamenti interiori che lo portano a voler cambiare e a fare cose che prima non lo interessavano. Dopo la visita dei “fantasmi del Natale” di presente, passato e futuro, riscopre la felicità, la solidarietà e il valore di ogni piccolo momento di vita.

A voi presenteremo in particolar modo le storie di alcuni volontari Ail che sono anche ex pazienti. Proviamo a raccontare l’esperienza del volontariato attraverso gli occhi di chi “ci è passato”, di chi ha sentito il bisogno di restituire “la fortuna” della guarigione dalla malattia impegnandosi in prima persona a favore di chi si trova a percorrere lo stesso difficile cammino. Lo facciamo perché la loro testimonianza è così bella e carica di significato da dover essere condivisa. Perché ci ricorda che là dove la malattia toglie, spesso qualcosa di nuovo nasce: diventa opportunità di capire, di cambiare, di migliorare la propria esistenza.

Gli psicologi chiamano questo percorso “resilienza”: per noi ha i nomi, gli sguardi, i sorrisi dei nostri volontari che sono anche ex pazienti. Chi meglio di loro può raccontare che cosa si nasconde dietro a un’associazione come Ail, fatta da persone per le persone? Chi può restituire a voi, nostri sostenitori, il valore vero e profondo di ciascuna donazione che ci fate, piccola o grande che sia?

Ecco il nostro “racconto di Natale”: piccole grandi storie, uguali a tante altre e allo stesso tempo uniche, ordinariamente speciali come chi le racconta; e come chi deciderà di leggerle. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e sul nostro sito: http://ail.cuneo.it/wp-content/uploads/2018/11/Testimonianze-per-sito.pdf.

Ail Cuneo