E-mail Mappa del sito Home Page
Dettaglio

UN BANDO DELLA REGIONE PIEMONTE PER PROGETTO DI RECUPERO, VALORIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEI BENE INVENDUTI

La Regione Piemonte - nell'ambito della legge regionale 12/2015 -ha aperto un bando per assegnare contributi agli enti pubblici e ai soggetti del terzo settore, da impiegare in attività di recupero, valorizzazione e distribuzione dei beni invenduti. L’8 novembre scorso la Giunta regionale ha approvato una delibera presentata dall’assessore Chiara Caucino che assegna un finanziamento di 270.000 euro per realizzare iniziative di utilizzo dei prodotti agro-alimentari destinati ad essere ritirati dai circuiti commerciali in quanto vicini alla scadenza indicata sulla confezione ma ancora pienamente commestibili.

Il bando si colloca nell'ambito del Protocollo di collaborazione tra Regione Piemonte e gli Enti Gestori dei Centri di Servizio per il volontariato e tiene in considerazione la rilevazione geolocalizzata delle realtà operanti nel campo del recupero dei beni invenduti ed il monitoraggio delle azioni poste in essere sui diversi territori realizzata dagli stessi centri di servizio.

Per l’annualità 2019-2020 le risorse vengono destinate a sei progetti dedicati allo sviluppo di sistemi per il recupero e la ridistribuzione delle eccedenze alimentari suddivisi per altrettanti ambiti territoriali (Torino città, Città metropolitana, Cuneo e provincia, Alessandria-Asti, Novara-VCO, Biella-Vercelli), che dovranno essere presentati da un ente capofila tra quelli individuati dalla l.r. 12/2015.

Le istanze di contributo, sottoscritte dal legale rappresentante dell’organismo capofila, sono presentate alla struttura regionale competente con comunicazione effettuata via posta elettronica certificata all’indirizzo famigliaediritti@cert.regione.piemonte.it entro e non oltre le ore 24 del 5 dicembre 2019.

 Leggi il testo completo del bando.

Le proposte progettuali dovranno essere oggetto di preselezione da parte degli Enti Gestori dei Centri di Servizio per il Volontariato, appositamente incaricati allo svolgimento di tale attività in virtù del Protocollo di collaborazione di cui alla D.G.R. n. 49-7980 del 30/11/2018.


Il Centro di servizi Società Solidale si rende disponibile fino a lunedì 2 dicembre a interloquire con gli enti interessati al fine di effettuare le procedure di pre-selezione e costruzione di eventuali proposte progettuali di rete.
Gli interessati possono scrivere al seguente al CSV – all’indirizzo progettazione(at)csvsocsolidale.it – inviando, oltre ai propri recapiti una scheda che contenga i dati essenziali del progetto avendo come riferimento la modulistica prodotta dalla Regione.