E-mail Mappa del sito Home Page
Dettaglio

PRESENTATO DAL CSV IL QUADERNO: “I PERCORSI FORMATIVI ALTERNATIVI ALLE SANZIONI DISCIPLINARI”

Più di 250 studenti presenti sabato mattina al Centro Incontri della Provincia a Cuneo.
Sabato 15 ottobre presso il Centro Incontri della Provincia di Cuneo più di 250 studenti dell’Istituti scolastici della Provincia hanno assistito alla presentazione del XVII  “Quaderno di Società Solidale” intitolato “I percorsi formativi alternativi alle sanzioni disciplinari“, pubblicato dal  Centro Servizi per il Volontariato “Società Solidale” nell’ambito del progetto “Scuola, Giovani & Volontariato”.
Una mattinata dedicata a studenti, insegnanti e OdV per presentare i risultati di un progetto proposto dal CSV e realizzato nelle Scuole con l’obiettivo specifico di costruire percorsi educativi, attraverso lo svolgimento di attività socialmente utili principalmente presso Organizzazioni di Volontariato, rivolti agli studenti degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado sospesi dalla scuola per motivi disciplinari.
Ad introdurre la presentazione è il presidente del CSV Giorgio Groppo che ha spiegato l’importanza del volontariato attivo da parte dei giovani all’interno della nostra società e le possibilità di crescita e di esperienze positive e formative che il fare volontariato può offrire, concludendo con una esortazione agli studenti presenti a rincorrere i propri desideri e i propri sogni: “Desiderare è un atto di libertà, un gesto creativo, non smettete di desiderare e di sognare”.
Valentina Fida, educatrice professionale referente del CSV per il progetto “Giovani, Scuola e Volontariato” ha quindi relazionato su come vengono attivati i percorsi alternativi alle sanzioni disciplinari ed i risultati dello scorso anno scolastico; a lei ha fatto seguito Paola Gatti del  Forum Interregionale del Volontariato (con il quale il CSV opera in collaborazione per la realizzazione del progetto) che ha spiegato: “Il Forum si è costituito, tra le altre cose, per promuovere nelle nuove generazioni una maggiore sensibilità sociale attraverso forme organiche di sensibilizzazione di formazione attivando sportelli Scuola e Volontariato”.
Ha poi preso la parola Silvio Crudo, sociologo che ha curato la prefazione del volume, precisando:
«Nel Quaderno sono contenute e documentate interessanti esperienze, potremmo definirle una buona prassi nel trattamento di comportamenti devianti. E come tale ha una importante valenza sociologica».  Pier Paolo Simonini e Stefano Girardi – docenti di Religione - hanno richiamato il concetto di “regola” quale strumento di libertà e parità sociale nei diversi contesti di vita, mentre Maria Bramardi – ex Dirigente Scolastica e presidente di OdV - ha puntato sull’importanza dei giovani all’interno delle organizzazioni di volontariato raccontando una reale esperienza realizzata con giovani e anziani.
Particolarmente significativa, durante la presentazione,  la testimonianza dello scrittore Marco Tagliani, Insegnante al carcere minorile “Ferrante Aporti” di Torino e autore del libro “Il Maestro dentro"; ai ragazzi presenti ha voluto portare un messaggio sull’importanza della scuola come percorso di crescita, formazione e valorizzazione: “Un vuoto educativo viene sempre colmato da qualcosa di sbagliato (…). E’ importante che gli insegnanti sappiano riconoscere le abilità degli studenti che hanno di fronte, valorizzarle, anche quelle non propriamente attinenti al sistema scolastico; questo per evitare che i ragazzi si sentano inadeguati all’interno della scuola e cerchino in altri luoghi, anche non “sani”, una propria affermazione e un proprio riconoscimento”.

Il Quaderno può essere richiesto presso la sede di Cuneo o agli sportelli del Centro Servizi per il Volontariato Società Solidale.