Dettaglio

Lo scorso 27 dicembre 2018 è stata emanata la circolare del Direttore Generale del Ministero del Lavoro e della Politiche sociali avente per oggetto: “Codice del Terzo settore – adeguamenti statutari”.

La circolare attiene, appunto, alla disciplina degli adeguamenti statutari richiesta dall’art. 101, comma 2, del Codice, che riguarda tre categorie di Enti: le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le Onlus iscritte nei relativi registri attualmente previsti dalla normativa di settore (non le imprese sociali, che trovano la corrispondente definizione degli adeguamenti statutari necessari nella propria disciplina particolare – art. 17, comma 3° del d.lgs. 112/2017).

L’innalzamento a 24 mesi del termine entro il quale è possibile apportare le modifiche statutarie (previsto dal D. lgs. 105/2018 “correttivo”) porta la data “limite” per l’adeguamento al 2 agosto 2019.

Gli adeguamenti statutari richiesti dall’art. 101 Cts (Codice Terzo settore) possono avvenire con le modalità e le maggioranze previste per l’assemblea ordinaria (e perciò con una procedura “semplificata”) e non necessariamente con le procedure e la maggioranza qualificata previste normalmente per le modifiche statutarie,  ma la circolare specifica che ciò può avvenire solo in relazione a due tipologie di modifiche statutarie:

 

  • per gli adeguamenti alle disposizioni del codice aventi carattere inderogabile
  • per l’introduzione di clausole che escludono l’applicazione di nuove disposizioni, qualora queste ultime risultino, ai sensi di legge, derogabili mediante specifica clausola statutaria.

Un’utile tabella allegata alla circolare rappresenta uno schema riassuntivo  che facilita la lettura e la comprensione della circolare stessa e che rappresenta una vera e propria “guida” agli adeguamenti richiesti.

Il nostro Centro di Servizi è impegnato, in collaborazione con i competenti Uffici della Regione Piemonte e con gli altri Centri di Servizi Piemontesi, ad individuare “format” completi di redazione degli statuti di nuove organizzazioni di volontariato e procedure snelle di implementazione degli “adeguamenti statutari” da mettere in atto, ed a definire tempi e modalità dei percorsi di assistenza alle associazioni che ne facciano richiesta.

Sarà cura del Centro Servizi organizzare incontri sul territorio per accompagnare le associazioni che dovranno adeguare i propri statuti.