E-mail Mappa del sito Home Page
Bilancio di Missione CSV

Il Bilancio di Missione del CSV “Società Solidale” è un’importante riflessione sull'identità del Centro, sulla mission, sugli obiettivi, sulla relazione con gli utenti, sulle modalità di erogazione dei servizi, sulle azioni svolte e sugli investimenti. Alla base della stesura del Bilancio Sociale sta il principio della massima trasparenza che si attua attraverso una comunicazione e una rendicontazione non solo contabile rivolta a tutti  gli stakeholder: Organizzazioni di Volontariato, Enti, Fondazioni Bancarie, Comitato di Gestione, cittadinanza.

Per interagire con gli stakeholder e collaborare alla stesura annuale del Bilancio Sociale, il CSV “Società Solidale” ha attivato uno specifico indirizzo e-mail: bilanciosociale(at)csvsocsolidale.it. E' possibile inviare proposte, commenti e critiche utilizzando il Questionario allegato.

Cliccando sulla copertina è possibile consultare e scaricare l'edizione completa del Bilancio sociale per ogni anno.

Il Bilancio di Missione 2016 del CSV riferito all’esercizio 2015, pone l’attenzione sulla donna nell’anno del 70° anniversario del suffragio universale in Italia e quindi della naturale estensione del diritto al voto anche alle donne.

La grafica di copertina, sezioni e pagine di apertura dei capitoli, è ispirata alle riflessioni a cui il lettore è portato in queste pagine: LE DONNE, nella loro molteplicità, varietà e peculiarità... la parola DONNE scritta in molte delle lingue conosciute, accompagna e decora le pagine...

L’edizione 2015 ha come filo conduttore il tema della tutela dell’ambiente. Educare al rispetto del creato è una grande sfida, a cui il mondo del volontariato non può e non deve sottrarsi. Una sfida che impone di fissare lo sguardo sulle generazioni future perché, se vogliamo che i nostri figli e nipoti abbiano risorse a sufficienza, dobbiamo impegnarci tutti.

L'edizione 2014 reca con sè due temi importanti: i cento anni dallo scoppio della prima guerra mondiale e il ventennale della disastrosa alluvione, che nel 2014 colpì il Pimeonte.

I colori e le forme che caratterizzano le pagine del bilancio, riflettono lo sguardo al futuro e il desiderio di rinascita che si trova sia nei pensieri di chi ha vissuto gli eventi del primo conflitto mondiale, sia nelle parole di chi ha subito i drammatici giorni dell'alluvione.

Quest'anno il Filo conduttore del Bilancio Sociale e di Missioni è il tema della pace, intesa in senso ampio non solo come alternativa alla guerra, ma come fraternità e come obiettivo di risoluzione dei conflitti quotidiani, quelli non armati ma comunque lesivi Di pace infatti non si parla quasi più: un valore universale così forte e sottaciuto, schiacciato dalle preoccupazioni, pur lecite, per la crisi economica globale. Invece in tutto il mondo le guerre, le violenze ed i soprusi continuano ad esistere in un grido muto. Senza andare lontano da casa, anche in Italia tra mafia, camorra, omicidi e suicidi la situazione non è rosea.

L’edizione 2012 è dedicata al decennale del Centro Servizi per il Volontariato. Dalle sue origini nel lonnao 2012, grazie  al lavoro quotidiano, alla trasparenza, al recepimento delle critiche per migliorare, adesso Società Solidale è un attore riconosciuto e il rapporto con gli utenti è fondato sulla fiducia e sulla stabilità. Oggi ci sono problematiche nuove, come la crisi socio-economica planetaria, i tagli pubblici al sociale, l’aumento della disoccupazione. Tutti questi fattori possono penalizzare la spinta solidaristica della gente, anche se per il momento, in Provincia di Cuneo, la solidarietà sembra rafforzarsi. Oggi come allora è di fondamentale importanza rendicontare in modo trasparente e chiaro ciò che si fa e perché lo si fa ed è uno sforzo significativo in cui Società Solidale continua ad investire.

Questa edizione è dedicata all'anno europeo del volontariato. Il CSV ha voluto attingere alle testimonianze di alcuni personaggi europei che a vario titolo hanno lasciato un segno nella storia dell'umanità e, direttamente o indirettamente, hanno solcato la solidarietà attraverso la diffusione di parole,opere,ricerche,scoperte.

I contenuti iconografici e testuali del Bilancio sociale aspirano a consegnare ai lettori un'epopea del volontariato che possa essere fonte di ispirazione all'azione solidaristica.

L’edizione di quest’anno è dedicata al Centenario della nascita di Madre Teresa di Calcutta, una persona che si è fatta “prossimo” impegnando tutta la sua vita per gli altri, mentre le fotografie riprodotte sono riferite al Concorso Fotografico bandito dal CSV per la ricorrenza dei 150 di fondazione della Provincia di Cuneo. Madre Teresa di Calcutta, al secolo Anjeza Gonxhe Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 – Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa albanese di fede cattolica e fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della Carità. Il suo lavoro tra le vittime della povertà di Calcutta l’ha resa una delle persone più famose al mondo. Siamo in una società dove c’è sempre più bisogno di testimoni credibili ed allora abbiamo pensato di dedicare questo Bilancio Sociale e di Missione a Lei che si è spesa per gli altri, senza “ma” e senza “se”.