E-mail Mappa del sito Home Page
Associazioni online

ASSOCIAZIONE PASSO - Cuneo

Cuneo, Educazione motoria, promozione delle attività sportive e tempo libero

Associazione polisportiva Passo Asd - Promozione attività sportive senza ostacoli

Sede: c/o Studio Avvocati associati - via F. Cavallotti, 33 - 12100 CUNEO

Indirizzo per corrispondenza: Casella postale 174 - 12100 CUNEO

Recapiti telefonici: tel/fax 017166986, 3472729832

Presidente Associazione Passo: Avvocato Mario Rosso
Presidente Polisportiva Passo: Giuseppe Sergio Anfossi, cell. 338-50.12.929, anfossig(at)libero.it
Responsabile generale Passo: Remo Merlo, cell. 347-27.29.382

Iscritta al Registro regionale del Volontariato al n. 187 del 21 maggio 2004 nella sezione "Educazione motoria, promozione delle attività sportive e tempo libero"

Sito: www.passocuneo.com
Email: info(at)passocuneo.com 
 

LA STORIA
L'Associazione Passo, rivolta ai soggetti svantaggiati, nasce nel settembre 1996, a cura dell'avvocato Mario Rosso e di alcuni suoi amici, con l'obiettivo di promuovere l'attività sportiva tra i disabili.
Nel successivo mese di ottobre, si dà vita alla Polisportiva Passo, formata da soli atleti disabili e con un primo e fermo impegno: il presidente deve sempre essere un soggetto svantaggiato. Tra i soci fondatori figurano ragazzi di Cuneo e Giuseppe Sergio Anfossi di Fossano. Iniziano a divertirsi praticando, dapprima il basket e, successivamente il tennis, partecipando a manifestazioni e piccoli tornei in Piemonte e in Lombardia.

Grazie a manifestazioni internazionali e nazionali (sci, tennis, ciclismo), il numero degli iscritti aumenta sino a raggiungere, ad oggi, il numero di 21 atleti. I costi per l'acquisto di carrozzine da gioco, inizialmente a carico dei ragazzi e dei soci dell'associazione, oggi vengono sostenuti grazie all'intervento di enti pubblici e privati, offrendo ai disabili l'opportunità di praticare sport senza l'intervento diretto o con una piccola spesa.

LE ATTIVITA'  

  • Opera in stretta collaborazione con il Cip (Comitato Paralimpico - ex Fisd), numerose Asl-Aso, il Sirp (Sindacato Italiano degli Psichiatri), soprattutto nell'ambito della sperimentazione di nuove attività sportive per disabili fisici e psichici.
  • Ha avviato in amnbito regionale un'articolata campagna di informazione sullo sport per persone disabili.
  • Ha avviato una collaborazione con l'Università di Torino per una campagna di ricerche in campo medico, sociale ed economico sulle problematiche dell'handicap.
  • Interviene nelle scuole con atleti che testimoniano ai ragazzi la loro esperienza di uomini e di sportivi diversamente abili.
  • Ha organizzato per 6 anni un torneo regionale di calcioterapia che ha coinvolto 15 dipartimenti di salute mentale di tutto il Piemonte.
  • E' leader nel tennis su sedia a rotelle (ha già organizzato a Cuneo 3 Campionati Italiani e dal 2000 organizza ogni anno, nel mese di marzo, il Torneo Internazionale Indoor "Alpi del mare - Trofeo Città di Cuneo" al quale partecipano atlete ed atleti provenienti da ogni parte del mondo).
  • Ha organizzato nel 2003 ad Artesina e alla Certosa di Pesio i Campionati Italiani di Sci Alpino e Nordico; nel 2004 la finale di Coppa Europa di Sci Alpino sempre sulle nevi del Mondolé Ski di Artesina e nel 2006, ancora ad Artesina, la finale di Coppa del Mondo di Sci Alpino.
  • Negli ultimi quattro anni, a Cussanio, ha organizzato il "Trofeo Carrozzeria Franco-Memoriale Serena" di handbike con la presenza di atleti italiani e stranieri.

 

Quando insieme ad alcuni ragazzi in carrozzina dieci anni or sono abbiamo dato via alla Passo, in provincia non esistevano associazioni sportive per la pratica dello sport dei soggetti diversamente abili. Da allora ciò che sembrava impossibile si sta realizzando. La Passo ha fatto "passi" da gigante. La sua Polisportiva conta un numero di iscritti a quel tempo neppure immaginabile ed organizza manifestazioni sportive di alto livello, affermatesi in provincia fra le più importanti in assoluto. La strada da percorrere è ancora lunga, ma la maggior sensiblità che cogliamo intorno a noi fra le istituzioni, il mondo delle imprese e del lavoro e fra la gente comune ci infondono forza e determinazione per continuare il nostro percorso e, attraverso lo sport, trasmettere ai ragazzi disabili nuova fiducia nella vita.
Il Presidente dell'Associazione Passo
Mario Rosso


Lo sport è uno strumento eccezionale di integrazione sociale, capace di offrire una ragione di vita e di reinserimento a tanti uomini e donne che, come me, sono affetti da disabilità o sono stati vittime di incidenti. La nascita della Passo è stata un'occasione unica per riprendere in mano la nostra vita e assaporarne nuovamente la bellezza. Vedere oggi tanti giovani atleti attorno a me, che hanno trovato nella Passo un punto di riferimento importante per la loro crescita umana e sportiva, è un grande motivo di gioia, la dimostrazione più efficace della bontà di un progetto di grande valore morale.
Il Presidente della Polisportiva Passo.
Giuseppe Sergio Anfossi