E-mail Mappa del sito Home Page
Associazioni online

AITF PROVINCIALE

Alba, Sanitario

Associazione Italiana Trapiantati Fegato
Delegazione per la Provincia di Cuneo - Bra

Sede legale: Via Magenta 35 c/o Sportello CSV - 12042 Bra (CN)
cell. 3468123337, email aitf.cuneo@libero.it

Associazione iscritta al Registro Regionale del Volontariato con decreto 77/28.1 del 27/03/1998

Scopi fondamentali:

  • Fornire informazioni ed aiuto concreto prima, durante e dopo il trapianto di fegato;
  • promuovere attività di studio, formazione e ricerca;
  • sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo la carenza di donatori, in collaborazione con altre associazioni di Volontariato;
  • favorire e mantenere i rapporti con le famiglie dei DONATORI di ORGANI.

Aiutaci a realizzare gli obiettivi iscrivendoti all'associazione oppure versando il tuo contributo sul c/c postale n. 12375127 intestato a A.I.T.F. Delegazione di Alba.

DELEGAZIONE DI CUNEO
E’ stata la prima Delegazione A.I.T.F. ad essere costituita in Italia nel 1995. Nata dalla volontà di aggregazione dei primi trapiantati di fegato e dal desiderio di mettersi a disposizione di coloro che avevano bisogno, in particolare ai pazienti in lista d’attesa che aspettavano una parola di incoraggiamento e di sostegno ai trapiantati. Fra i promotori spicca la figura della prima persona ad essere trapiantata dal Prof.Salizzoni: la compianta Regina Vaniglia trapiantata a Bruxelles nel 1986.

I promotori:

 

  • Vaniglia Regina trapiantata nel 1986 (Bruxelles)
  • Boffa Paola “ 1988 (Bruxelles)
  • Marengo Pierina “ 1991 (Parigi)
  • Alesso Luigi “ 1993 (Torino)
  • Filippa Adriana “ 1993 (Torino)
  • Marchetto Elvio “ 1993 (Torino)
  • Bistolfi Anna Maria “ 1993 (Torino)
  • Cortassa Olga “ 1994 (Torino)
  • Benotto Luigina “ 1994 (Torino)




Da allora, con l’incremento dei trapianti, il numero degli aderenti è andato sempre in crescendo tanto che attualmente il numero degli associati è di 124 di cui 61 sono familiari di Donatori.

Ispirandosi al desiderio di contribuire alla diffusione della cultura della donazione degli organi, si partecipa tutt’ora in collaborazione con AIDO, ADMO, ADISCO , AIDC, ed altre Associazioni di volontariato ad incontri con gli studenti nelle scuole e pensiamo di avere ottenuto dei buoni risultati.
Sono stati organizzati convegni e tavole rotonde sempre sul tema “TRAPIANTI E CULTURA DELLA SOLIDARIETA’” negli anni 1996, 1997, 2000, 2006 , con buona partecipazione di pubblico e grande interesse al problema da parte delle autorità Civili e Religiose.

Buona è la risposta dei Sindaci della provincia di Cuneo al nostro invito a sensibilizzare i cittadini alla cultura della Donazione degli Organi.
Durante il convegno organizzato ad Alba presso l’Auditorium della Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero nel 1996, la mamma di un giovane che aveva donato gli organi l’anno precedente, ci ha avvicinati perché sentiva il desiderio di stare vicino a qualcuno che forse portava in sé un organo di Giorgio, suo figlio… E’ stato un incontro molto commovente che ci ha scosso profondamente. Abbiamo accolto Giovanna e suo marito Celso come nostri secondi genitori e fratelli. Abbiamo capito in quel momento che queste magnifiche persone, come tutti quei familiari di donatori anonimi e sconosciuti, meritavano da noi trapiantati, ma anche dalla società, un grosso e sincero grazie.

Da allora abbiamo iniziato a contattare quei familiari che venivano a conoscenza della donazione attraverso i giornali o la televisione inviando loro una lettera dove si esprime il nostro ringraziamento e la nostra gratitudine confermando loro che se noi siamo in vita lo dobbiamo a persone con la loro sensibilità e il loro senso della solidarietà ed amore verso il prossimo.
Non è stata e non è cosa facile e semplice perché avvicinare persone che soffrono per la perdita di una persona cara si rischia di essere invadenti, occorre usare molta delicatezza e prudenza.

Abbiamo però sempre trovato persone meravigliose con una carica umana invidiabile che non solo accettano il nostro grazie ma si integrano con noi e prendono parte attiva alla nostra Associazione.

Per esprimere la nostra gratitudine e riconoscenza consegnamo loro una targa a nome di tutti i trapiantati e li nominiamo Soci Onorari dell’Associazione.
Ad oggi le famiglie di Donatori a noi collegate sono 61.

Come si è già detto partecipano profiquamente alle attività dell’Associazione ed hanno anche una rappresentanza in seno al Comitato Direttivo dove collaborano con convinzione e competenza: di questo desideriamo fare un pubblico ringraziamento.
Il Consiglio Direttivo della Delegazione AITF di Cuneo è così composto:


  • Valentina Mondino - Presidente
  • Marchetto Elvio – Presidente onorario
  • Luigi Rovere – Vice-Presidente