E-mail Mappa del sito Home Page
Associazioni online

AIB Canale

Alba, Protezione civile

Aib Canale

 
Sede Regionale: corso Regina Margherita, 304 - 10144 Torino

Sede Associazione: corso Alba, 79 - 12043 Canale (CN); cell. 3393501874

Fax: 0173-97.06.07
Codice fiscale: 90040260045

 

  • Iscrizione al Registro Provinciale n° 151 del 22 marzo 2007. Iscrizione al Registro Regionale Organizzazioni Onlus di diritto ai sensi dell'art. 10 D. Lgs. 460/1997
  • Di Volontariato Settore Protezione civile con Dpgr 799/1995
  • Iscrizione nell'elenco delle Org. di Volontariato del Dipartimento della Protezione Civile n. 19973 del 08 giugno 2001

 

Ogni anno molti ettari di bosco bruciano sulle nostre colline. Si tratta di boschi vecchi di decine di anni rasi al suolo nel giro di poche ore. Questo patrimonio naturale appartiene a tutti noi, abbiamo quindi il dovere di proteggerlo e salvaguardarlo.

Il volontariato: una scelta di impegno.
La Squadra AIB Canale è un’Associazione di volontariato attiva nel settore antincendi boschivi, protezione civile e servizi di pubblica utilità. L’Associazione vive e opera con l’aiuto dei Soci volontari, ma soprattutto grazie al contributo della Regione Piemonte e dei Comuni che annualmente stipulano una convenzione per l’intervento della Squadra AIb Canale a difesa del proprio territorio. E’ importante precisare che, in linea con le norme che regolano il volontariato, i Soci della Squadra Aib Canale non percepiscono alcun tipo di retribuzione ed operano a titolo totalmente gratuito.

Se nel periodo estivo il pericolo d’incendio è il primo elemento aggregante dei volontari, anche in sua assenza le basi operative dell’Associazione continuano a vivere come luoghi di ritrovo, per con-fronti, discussioni, esercitazioni, manutenzione mezzi ed attrezzature. Quando un bosco è stato percorso da un incendio di grave entità, tutto il suo ecosistema risulta danneggiato se non irrimediabilmente compromesso. Il calore prodotto dalle fiamme cancella quasi ogni forma di vita. Cambia il microclima, cambia l’aspetto paesaggistico di un’intera zona.
In seguito, l’assenza di vegetazione favorirà il dilavamento e l’erosione del terreno. Ci vorranno anni perché l’ambiente torni simile a prima, decine di anni perché le piante ad alto fusto riprendano possesso di quel territorio.

Molti incendi assumono grandi dimensioni, provocando danni enormi al nostro patrimonio ambien-tale, a causa del ritardo nelle operazioni di avvistamento e spegnimento.
Per questo La Squadra Aib Canale, a fianco delle Autorità preposte, da sempre si impegna per of-frire interventi mirati alla massima tempestività ed efficacia, sia nella prevenzione che nella repres-sione.
La distribuzione delle basi operative sul territorio, consente un monitoraggio permanente delle aree boschive e il rilevamento in tempi minimi di situazioni di emergenza. Un serio addestramento del personale volontario, l’utilizzo di mezzi antincendio agili e veloci e una buona conoscenza del territorio (strade di accesso, vie di fuga, punti di approvvigionamento idrico), sono elementi importanti per la repressione di focolai o principi d’incendio, spesso causati da im-prudenza o disattenzione, prima che assumano proporzioni incontrollabili.

Associazione Aib Canale 

•Caposquadra: Pietro Fissore